I tartufi di pandoro

Golosi e semplici da preparare

Sappiamo che quando parliamo di Natale parliamo anche di scorpacciate di pandoro. Nelle case degli italiani, a dicembre il pandoro non manca mai. Da quelli acquistati direttamente, da quelli regalati da colleghi di lavoro o da ospiti che vengono in visita per le feste, il pandoro non manca mai.

Pandoro al cioccolato - Nannini Dolci e Caffè

E certamente non mancano neanche gli avanzi dopo il giorno di Natale. Per questa ragione perché non ci immaginiamo un modo creativo ed insolito per riutilizzare gli avanzi del nostro panettone?

Una ricetta che potrete preparare con gli avanzi del pandoro di Natale, che inoltre non prevede neanche l’utilizzo del forno, è quella dei tartufi di pandoro. Quella dei tartufi di pandoro è una ricetta semplice e veloce, ma anche molto golosa.

I tartufi sono dei cioccolatini, il cui nome deriva dalla somiglianza della forma a quella dei funghi che portano lo stesso nome, a base di cioccolato, burro, uova e cacao amaro. Di questo dolce, diventato popolare all’inizio del Novecento, sono state create moltissime varietà. Trasformare i dolci tradizionali in tartufi si sta diffondendo nella cucina e oggi è il momento di vedere una variante natalizia.

Ingredienti:

Per i tartufi di pandoro:

  • 400 gr di pandoro
  • 50 ml di rum
  • 16 gr di miele
  • 100 gr di cioccolato fondente 

Per la copertura dei tartufi:

  • 150 gr di cioccolato fondente
  • quanto basta di gocce di cioccolato fondente 
  • quanto basta di granella di nocciole

Procedimento

Dopo essersi procurati tutti gli ingredienti che servono per realizzare questa ricetta, bisogna iniziare con il mettere in un pentolino il rum e il miele e far riscaldare.

Poi vanno tagliati a pezzettini i 100 grammi di cioccolato fondente, sui quali poi va versato il rum caldo fino allo scioglimento. Dopo bisogna far raffreddare.

Quando il composto di cioccolato al rum sarà raffreddato abbastanza, deve essere sbriciolato il pandoro e unirlo al composto. Adesso bisogna impastare il tutto con le mani, in modo da ricavare un impasto omogeneo.

Tartufi al pandoro - Nannini Dolci e Caffè

Quando l’impasto è pronto, bisogna ricavare delle palline più o meno della grandezza di una noce e vanno disposte su un piatto.

Dopo aver fatto ciò bisogna tagliare i 150 grammi di cioccolato fondente dediti alla copertura dei tartufi per poi scioglierlo a bagnomaria o nel microonde. In quest’ultimo caso, va fatto sciogliere 30 minuti alla volta e va mescolato tra una pausa e l’altra, stando attenti che il cioccolato non si bruci. 

In seguito vanno immerse le palline di impasto fatte in precedenza nel cioccolato fondente fuso e poi vanno adagiate su della carta forno.

Adesso è il momento di cospargere la superficie di ogni pallina con le gocce di cioccolato e la granella di nocciole

A questo punto i tartufi di pandoro sono pronti, basta solamente metterli in frigo per circa un’ora, così che la copertura si rassodi e cristallizzi. Quando i tartufi sono rassodati si possono servire sulla nostra tavola.

Così non abbiamo lasciato indietro gli avanzi del nostro pandoro e abbiamo creato qualcosa di nuovo e gustoso da condividere con la nostra famiglia durante il periodo della festa.

Per un tocco in più

È possibile sostituire il rum con il vin santo per fare una variante dei tartufi di pandoro.