I 6 migliori dolci toscani secondo Nannini

Gustosi e prelibati

I dolci toscani sono una tradizione culinaria che caratterizza la cucina Toscana. Sono spesso poco conosciuti da chi non è della zona e oscurati dai più famosi cantuccini o tarallucci. Ma la cucina regionale ha molto da offrire nel settore dolciario. 

Golosi, cucinati con materie prime del territorio e appetitosi. I dolci toscani non hanno niente da invidiare a dolci di altre tradizioni culinarie. Dal panpepato allo zuccotto, dalla schiacciata con l’uva alla schiacciata fiorentina, la gamma è ampia e aspetta solo di essere assaporata.

Andiamo quindi a vedere quali sono i 6 migliori dolci toscani secondo noi di Nannini.

Dolci tipici toscani

Panforte di Siena IGP - Nannini Dolci e Caffè

Panpepato

Dolce tipico della nostra Siena, è una delizia che ha origini antichissime. La sua prima apparizione documentata risale infatti al 1206, ma probabilmente era già presente nel secolo precedente. Era considerato un dolce pregiato perché conteneva il pepe, spezia estremamente costosa all'epoca e considerata un afrodisiaco. Il panpepato è un dolce profumato che deve il suo gusto intenso al suo impasto composto da diversi tipi di spezie, pepe, frutta secca, cacao e e canditi. La lavorazione artigianale regala poi il sapore tradizionale.

Panforte

Anche questo proviene dalla nostra amata città del Palio. Il panforte è composto da semplici ingredienti, come da tradizione, quali mandorle, frutta candita e zucchero. Il tutto viene bollito pazientemente per creare l’impasto e una volta raffreddato, viene lavorato esclusivamente a mano per ottenere la tipica forma rotonda. La versione più tradizionale e conosciuta è quella bianca, conosciuta come "Margherita". Questa variazione del panforte sembra essere nata nel 1887 in occasione di una visita  a Siena da parte della Regina Margherita e del Re Umberto di Savoia.

Castagnaccio

Dolci toscani - Nannini Dolci e Caffè

Tipico dolce toscano a base di farina di castagne, arricchito dall’aggiunta di noci e pinoli, uvetta e rosmarino. Prima era considerato il dolce dei poveri poiché la farina di castagne era facilmente reperibile nelle campagne. Ora è invece considerato un dolce ricercato e gustoso.

Schiacciata con l’uva

Tempo di vino significa anche tempo di schiacciata con l’uva. Dolce tipico toscano che proviene dalla tradizione contadina, semplice e con un gusto non troppo dolce. L’ingrediente principe di questa prelibatezza è l’uva, che rilascia il suo sapore zuccherino ad ogni morso. Richiede una lunga cottura ed è adatto ad ogni pasto.

Zuccotto toscano

Conosciuto anche come zuccotto fiorentino, ha origini nobili. Infatti questo dessert è stato inventato da Bernardo Buontalenti, inventore del gelato, su commissione dell'allora Regina di Francia Caterina de’ Medici, nipote di Lorenzo il Magnifico. Sembra che questo dolce si chiamasse Elmo di Caterina poiché fatto all’interno dell’elmo usato in quel periodo: lo zuccotto. Da qui si potrebbe dedurre che sia nato il suo nome. Un dolce tipico toscano caratterizzato da ingredienti genuini: pan di Spagna, ricotta, panna e il cacao.

Schiacciata fiorentina

Torta di origine fiorentina, come si può evincere dal nome, è di una morbidezza unica. Tipica del periodo di carnevale, è adatta ad essere gustata a merenda, a colazione o dopo i pasti accompagnata da un bicchierino di Vin Santo. Un dolce semplice e soffice, caratterizzato da un velo di zucchero a velo con il simbolo del giglio fiorentino.


Mentre aspettiamo di poterci gustare il pandoro e il panettone durante il periodo natalizio, gustiamoci uno di questi dolci toscani per assaporare il gusto della Toscana. Da soli o in compagnia, queste prelibatezze aspettano solo di essere gustate e perchè no, accompagnate da un bicchierino di vin santo.